Particolari costruttivi di un nido per Ara Chloroptera (Ara Ali Verdi)

0

Posted by gianluca.difazio | Posted in Articoli | Posted on 22-12-2010

Testo e foto di Pierpaolo Palozzo

Sperando di fare cosa gradita a tutti gli appassionati dell’allevamento di grandi pappagalli, ho redatto questo artico nell’ottica di far conoscere tutti gli accorgimenti necessari per la costruzione di un nido per grandi pappagalli quali Ara e grandi Cacatua.

Approfitto per inserire anche una foto della coppia appena arrivata nel nostro allevamento.

Il materiale utilizzato è un multistrato da imballo di abete, dello spessore di ben 2,5 cm.

Le dimensioni esterne del nido sono 50 cm x 50 cm di base x 1 mt di altezza.

In questa sequenza di foto potete notare tutti  gli accorgimenti “anti becco”, nonchè i materiali per ottenerli.

Tutto l’interno del nido è foderato con rete zincata ed elettrosaldata a maglia quadra 19 mm x 19 mm , filo 1,42 mm; la stessa è stata fissata sulle pareti interne con graffette inserite mediante pistola sparachiodi elettropneumatica.

Per il rinforzo del foro di ingresso (del diametro di 22 cm) e della porticina di ispezione ( dimensioni 19 cm x 18 cm) ho impiegato un profilo zincato a L 30 mm x 30 mm di quelli uilizzati in edilizia per rinforzare gli spigoli dei muri in cartongesso.

L’accorgimento per l’interno foro è stato quello di tagliare un lato del profilo ad intervalli regolari di circa 6 cm (opportunamente arrotondati sugli spigoli) per dare rotondità al rinforzo interno al foro e permetterne il suo fissaggio alla parete mediante viti truciolari 3,5 x 25 mm.

Come si può ben notare dalle foto per la porticina è stato previsto un doppio rinforzo, uno sui lati interni del foro ed uno sulla porticina stessa, con gli stessi profili di cui sopra, ovviamnete la chiusura è garantita da forti cerniere e da un catenaccio con chiusura di sicurezza.

Write a comment